Nell’ambito dell’incontro #BastaBufale organizzato dalla Camera dei Deputati, si è svolta la premiazione delle classi vincitrici del concorso “Bufale in rete: come riconoscerle!”. Il concorso, promosso da IBSA Foundation e Istituto Pasteur Italia, fa parte dell’iniziativa “I ragazzi di Pasteur”, un progetto rivolto ai ragazzi che mira – come l’incontro organizzato della Camera – a combattere la disinformazione promuovendo invece la corretta divulgazione scientifica attraverso l’uso di un linguaggio semplice e immediato come i fumetti.

Il concorso ha coinvolto le scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio nazionale, divise in due categorie distinte, invitando i ragazzi a riflettere sull’importanza della ricerca scientifica, della diffusione di informazioni corrette e precise, di una comunicazione trasparente con gli utenti della rete e della capacità di distinguere ed evitare le false notizie che sempre più spesso trovano terreno fertile per diffondersi a grande velocità soprattutto sui social network.

Ogni gruppo di studenti è stato quindi invitato a costruire una storia e realizzare un fumetto sul tema delle bufale in rete e le modalità per riconoscerle, mettendo in gioco la creatività, la capacità di scrittura e le doti artistiche di ciascuno.

La commissione esaminatrice, composta da IBSA Foundation, Istituto Pasteur Italia e Carocci Editore, ha selezionato otto lavori – con due pari merito – che hanno vinto distinguendosi grazie alla qualità dei testi e dei disegni realizzati dai ragazzi.

I vincitori della sezione 1 del concorso, dedicata alle scuole secondarie di primo grado, il primo premio è stato vinto dall’Istituto Comprensivo Statale Poggiardo (Lecce), con il fumetto dal titolo “Storia della fine di una bufala”. Al secondo posto l’Istituto Comprensivo Statale “A. Einstein” di Reggio Emilia, che ha presentato la storia “Cose da non credere”. Due scuole si sono aggiudicate il terzo posto a pari merito: l’Istituto Comprensivo “Ragazzi d’Europa” di Casalnuovo di Napoli, come il loro lavoro “Smascheriamo…l’inganno”, e la Scuola Secondaria di 1° Grado G. Bartolena di Livorno, con il fumetto intitolato “Il gallololo”.

Nella sezione 2 del concorso, dedicata alle scuole secondarie di secondo grado, il primo classificato è il Liceo Artistico “F. Russoli” di Pisa e Cascina (Pisa), con la storia “B-Virus – Apocalisse Zombie”. Al secondo posto un pari merito guadagnato da due diverse classi del liceo scientifico dell’Istituto di Istruzione Superiore di Via delle Scienze (Roma), che hanno realizzato i fumetti intitolati “Vuoi diventare autistico?! Fatti vaccinare!!!” e “Che bufala pluripotente!”. Infine al terzo posto si è classificato il Liceo Scientifico “C. Cavalleri” di Parabiago (MI), con il lavoro “Questione di business”.

DETTAGLI

Location: Camera dei Deputati, Roma

Data: 2 maggio 2017

SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

Clicca sull’immagine per scaricare il file.

VINCITORI

VIDEO

FOTO