Il Comitato Scientifico di Fondazione IBSA è composto da rappresentanti di primo livello della comunità scientifica e del mondo accademico. La Fondazione si avvale del supporto di questi specialisti che, grazie alla loro attività di ricerca, hanno guadagnato una fama a livello internazionale.

Il Comitato è coordinato da Silvia Misiti, Direttore di Fondazione IBSA per la ricerca scientifica, e composto da Andrea Alimonti, Direttore del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto di Ricerca Oncologica di Bellinzona e del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare di Padova, Professore Ordinario di Oncologia dell’Università della Svizzera italiana, Professore Ordinario di Farmacologia dell’Università degli Studi di Padova, Professore Ordinario di Oncologia Sperimentale e Traslazionale dell’ETH di Zurigo; Antonio Musarò, Professore ordinario del Dipartimento di Scienze Anatomiche Istologiche Medico Legali e dell’Apparato Locomotore, Sezione di Istologia ed Embriologia Medica della Sapienza Università di Roma; Bruno Imthurn, Professore presso il Dipartimento di Endocrinologia Riproduttiva dell’Università di Zurigo e Domenico Salvatore, Professore ordinario di Endocrinologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Silvia Misiti

Direttore Fondazione IBSA per la ricerca scientifica

Silvia Misiti, laureata in Medicina, ha conseguito il PhD e nel 2001 ha iniziato a lavorare presso l’Università Sapienza di Roma come Ricercatrice in Endocrinologia.

Nel 2012 si è trasferita a Lugano dove dirige la Fondazione IBSA per la ricerca scientifica, organizzazione no-profit creata dalla società farmaceutica IBSA Institut Biochimique SA. La sua missione è coniugare la passione per la ricerca scientifica con la promozione di molteplici attività sempre incentrate sull’innovazione, l’educazione e la divulgazione, collaborando con le istituzioni culturali e accademiche, per mantenere uno sguardo ampio e attento su ciò che la ricerca offre oggi per superare le frontiere della conoscenza.

È inoltre Responsabile della Comunicazione Corporate & CSR di IBSA.

Andrea Alimonti

Direttore del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto di Ricerca Oncologica di Bellinzona e del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare di Padova, Professore Ordinario di Oncologia dell’Università della Svizzera italiana, Professore Ordinario di Farmacologia dell’Università degli Studi di Padova, Professore Ordinario di Oncologia Sperimentale e Traslazionale dell’ETH di Zurigo

Laureato alla Sapienza Università di Roma, Andrea Alimonti ha perfezionato gli studi in oncologia clinica presso l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, a Roma. Ha poi proseguito la sua formazione negli Stati Uniti, prima presso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center a New York e poi alla Harvard Medical School di Boston, dove ha lavorato presso il Pandolfi Laboratory, istituto di ricerca sul cancro all’avanguardia. Attualmente è Direttore del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto di Ricerca Oncologica – IOR (affiliato all’Università della Svizzera italiana) a Bellinzona e del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare di Padova (affiliato all’Università degli Studi di Padova), Professore Ordinario di Oncologia all’Università della Svizzera Italiana, di Farmacologia all’Università degli Studi di Padova, e di Oncologia Sperimentale e Traslazionale all’ETH di Zurigo.

La sua ricerca si concentra sulla caratterizzazione di un nuovo tipo di risposta alla senescenza cellulare che è provocata dalla completa perdita del gene oncosoppressore PTEN, e dall’identificazione di nuovi composti con attività pro-senescenza. I suoi obiettivi finali sono: sviluppare il concetto di terapia pro-senescenza per il cancro, dalle evidenze sperimentali alla clinica, studiando l’efficacia dei composti “pro-senescenza” nelle sperimentazioni cliniche di fase I; combinare la terapia pro-senescenza con altri farmaci per potenziare l’attività antitumorale del sistema immunitario; identificare marcatori di senescenza nei campioni di tumore umano da utilizzare in clinica.

Antonio Musarò

Professore Ordinario Dipartimento di Scienze Anatomiche Istologiche Medico Legali e dell’Apparato Locomotore, Sezione di Istologia ed Embriologia Medica della Sapienza Università di Roma

Antonio Musarò si è laureato in Biologia e successivamente ha conseguito il dottorato in Scienze Biotecnologiche. Ha lavorato come ricercatore in medicina presso l’Università di Harvard nel laboratorio di Nadia Rosenthal (Centro di ricerca cardiovascolare, Massachusetts General Hospital, Boston). È stato Professore Onorario alla Scuola di Biomedicina e Scienze Motorie, Facoltà di Informatica, Salute e Scienza, della Edith Cowan University, Western Australia. Attualmente è professore ordinario alla Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Scienze Anatomiche, Istologiche, Medico Legale e dell’Apparato Locomotore; Coordinatore del dottorato in Morfogenesi e Ingegneria tissutale e Direttore del master di II livello in “Stem cells and genome editing” presso la Sapienza Università di Roma.

Ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra cui il Premio “Sapienza Ricerca 2009”, per i sei scienziati più promettenti che svolgono attività di ricerca all’avanguardia in tutta l’Università, il premio per la comunicazione scientifica “Foglia di Tabacco” e il Premio internazionale ANCIS 2014 di La Plejade per la ricerca scientifica. È stato a Capo dell’Istituto Interuniversitario di Miologia ed è Autore e coautore di oltre 120 pubblicazioni su riviste internazionali, incentrate su argomenti inerenti alla biologia muscolare e l’omeostasi.

Musarò è Creatore e Organizzatore del progetto della Festa della Scienza, un evento scientifico che si svolge ogni anno nel Salento (Puglia) ed è anche coinvolto in diverse attività a favore della comunicazione scientifica, tra le quali il progetto di comunicazione scientifica “I ragazzi di Pasteur”, di cui è Coordinatore Scientifico e Autore del volume “Storie di cellule staminali; dal mito di Prometeo alla medicina rigenerativa”, primo dell’omonima collana di libri “I ragazzi di Pasteur” e Coautore del volume “Trasformazioni: come impazzisce una cellula normale”.

Bruno Imthurn

Professore e Direttore del Dipartimento di Endocrinologia Riproduttiva dell’Università di Zurigo

Il Dottor Bruno Imthurn si è laureato presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Zurigo, completando i suoi studi in Endocrinologia Ginecologica e Medicina Riproduttiva presso la Clinica di Endocrinologia, Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, dell’Ospedale Universitario di Zurigo. Il suo percorso post-laurea è continuato a Melbourne, in Australia, presso l’Istituto di Riproduzione e Sviluppo della Monash University.

È attualmente Professore e Direttore del Dipartimento di Endocrinologia Riproduttiva dell’Università di Zurigo. Inoltre, è Autore e Co-Autore di numerosi articoli scientifici peer-reviewed, i suoi lavori sono stati presentati a molte conferenze nazionali e internazionali. I suoi contributi hanno ricevuto riconoscimenti da parte di autorevoli esperti in materia in tutto il mondo. È membro attivo di diverse società e accademie: è Presidente del comitato scientifico della Società Svizzera di Ostetricia e Ginecologia (SGGG) e Membro dell’Associazione Medica Svizzera (FMH), della Società Svizzera di Medicina Riproduttiva (SGRM), della Società Svizzera della Menopausa (SMG) e della Società Europea per la Riproduzione Umana e l’Embriologia (ESHRE).

La carriera accademica del Dr. Imthurn è costellata da numerosi riconoscimenti e la sua ricerca, focalizzata sull’endocrinologia riproduttiva, ha ottenuto molti finanziamenti.

Domenico Salvatore

Professore Ordinario di Endocrinologia al Dipartimento di Sanità Pubblica presso l’Università degli Studi Napoli Federico II

Domenico Salvatore è Professore Ordinario di Endocrinologia al Dipartimento di Sanità Pubblica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Dopo gli studi in Medicina, si è specializzato in endocrinologia con un PhD in Endocrinologia Molecolare e una specializzazione in Endocrinologia Clinica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. I sui studi sono proseguiti all’estero, con un periodo di ricerca presso la Thyroid Division del Brigham and Women’s Hospital, Harvard Medical School.

Il Professor Salvatore ha collaborato con alcune tra le più prestigiose riviste scientifiche in campo endocrinologico, tra cui “Frontiers” in Thyroid Endocrinology, “Journal of Endocrinology” – rivista ufficiale della English Society of Endocrinology, “Hot Thyroidology“ – rivista della European Thyroid Association, “Endocrinology” – rivista ufficiale della Endocrine Society, e “Thyroid” – rivista ufficiale della American Thyroid Association. Inoltre, è Autore e Co-Autore di numerosi articoli scientifici e di presentazioni peer-reviewed, e grazie ai suoi lavori è stato ospite di molte conferenze nazionali e internazionali.