Vent’anni senza mai perdere energia e voglia di andare avanti: lo IOSI (Istituto Oncologico della Svizzera Italiana) celebrerà giovedì 5 settembre i primi due decenni di intensa attività (nella cura dei pazienti, nella ricerca e nella formazione) con un incontro al Teatro Sociale di Bellinzona, aperto a tutti (inizio alle 16). Per sottolineare l’importanza dell’evento, sarà presente Marina Carobbio, presidente del Consiglio nazionale. Parleranno, fra gli altri, Luca Crivelli, professore di economia ospedaliera all’USI, e Martin Fey, professore emerito di oncologia all’Università di Berna. Concluderà i lavori il professor Franco Cavalli.

Lo IOSI si è affermato sempre più in questi due decenni come centro multidisciplinare di alto livello, in grado di trattare oltre 200 diversi tipi di tumore, con una qualità delle terapie e delle attrezzature paragonabile a quella di un ospedale universitario.

Per ulteriori informazioni: https://www.eoc.ch/comunicazione/Comunicati/2019/I-20-anni-dello-IOSI–punto-di-riferimento-nazionale-ed-europeo-per-diagnosi–cura-e-ricerca-sui-tumori.html#