In Ricerca scientifica

In una recente intervista Holden Thorp, chimico e  direttore di “Science”, tra le riviste più prestigiose al mondo in campo scientifico, ha parlato delle scienze che in un prossimo futuro avranno un ruolo sempre più importante nelle nostre vite.

Ecco le sue previsioni.

  •  Partiamo dall’editing genetico “che è sorprendente, soprattutto per quanto è diventato facile e per l’ampio impatto del CRISPR/Cas-9 sulla tecnologia medica.”

Thorp fa riferimento a un sistema basato sull’impiego della proteina Cas9, una sorta di “forbice molecolare” in grado di tagliare sequenze di DNA dannose o di sostituirle, andando ad esempio a correggere delle mutazioni causa di malattie.

  • Altro grande protagonista del presente e del futuro è senz’altro il microbioma (il mondo incredibilmente complesso di batteri e microrganismi che vive nel nostro intestino, di cui abbiamo parlato in questo articolo):

Il microbioma è diventato un principio chiave in biologia. Le sue implicazioni vanno dall’ovvio coinvolgimento nei disturbi gastrointestinali a malattie che consideravamo non comunicabili, come quelle cardiovascolari e quelle riguardanti lo sviluppo del cervello.

  • Poi c’è la tecnica chiamata cryoEM “che ha cambiato il modo in cui guardiamo alle strutture delle biomolecole importanti per la vita.”

CryoEM è un tipo di microscopia crioelettronica, in cui il campione viene studiato alle temperature dell’azoto liquido (tra circa -210 °C e -195 °C). La sua utilità deriva dal fatto che consente l’osservazione di campioni non colorati o fissati in alcun modo, mostrandoli nel loro ambiente nativo, e consente di farlo con un’altissima risoluzione delle immagini.

  • Venendo ora sul versante più applicativo, Thorp segnala l’immunoterapia per il cancro “che continua ad avanzare e siamo ora vicini a vedere tutto quello che può fare per migliorare la vita di pazienti che soffrono per questa malattia.”

L’immuno-oncologia a cui fa riferimento Thorp è un filone di ricerca che riesce a potenziare notevolmente la risposta del sistema immunitario, in particolare per alcuni tumori molto frequenti o particolarmente difficili da trattare.

  • Al di fuori delle scienze biologiche, Thorp definisce “particolarmente promettente” la perovskite catalysis per la conversione dell’energia solare: si tratta di particolari catalizzatori per le reazioni chimiche ed elettrochimiche che sono alla base di molti aspetti della moderna tecnologia e industria, dallo stoccaggio e conversione dell’energia alla riduzione delle emissioni tossiche alla sintesi chimica e dei materiali.

 

  • Last but not least, rimarrà cruciale la questione dell’ambiente:

Resterà importante per molto tempo la comprensione del degradamento ambientale da parte dell’uomo e di come contrastarlo, dato che siamo in un’emergenza planetaria che non si risolverà presto.

Nella sua intervista, Thorp indica anche quale sarà l’obiettivo di “Science” nei prossimi anni: pubblicare assieme all’articolo scientifico molte informazioni di primaria importanza, dando la possibilità ad altri scienziati di essere messi nelle condizioni di riprodurre gli esperimenti e l’analisi dei dati. Con una solenne promessa: “Faremo sempre di più per aiutare il grande pubblico a capire la ricerca scientifica e le sue implicazioni.”

affrontare la pandemiaanushka naiknaware